#ProssimaMente – Sopravvalutare il tempo

DSC_0177a copiadi Anabella Roldán

“A noi immortali non piace essere presi sul serio, ci piace scherzare. La serietà, caro mio, è una nota del tempo: nasce, te lo voglio confidare, dal sopravvalutare il tempo. Anch’io una volta stimavo troppo il tempo e desideravo perciò di arrivare a cent’anni. Ma nell’eternità, vedi, il tempo non esiste; l’eternità è solo un attimo, quanto basta per uno scherzo.”

                                                                dal libro “Il lupo della steppa” di Hermann Hesse

 

Mi chiedo quanto sia cosciente questo cambiamento nella misura del tempo che questa quarantena ci insegna. 

Mi chiedo pure quanto sia invisibile e quasi naturale il potere del sistema di produttività nel nostro profondo, che pur vivendo una situazione limite come prenderci cura dei nostri corpi per non ammalarci davanti ad una pandemia, ci stressiamo di non essere “abbastanza produttivi”. 

Vogliamo fare tutto. Ogni giorno deve avere qualcosa di speciale, di utile, d’importante. 

Mi chiedo se a tutti capita andarsene a dormire con un certo senso di colpa per non essere soddisfatti della giornata. Non abbastanza produttiva.  Continua a leggere