Matrimoni egualitari: quando in Italia? Il problema non è la Chiesa, è la politica

Ireland-gay-marriage-PADunque, ricapitoliamo. La cattolicissima Spagna ha reso legali i matrimoni tra persone dello stesso sesso nel 2005. La Francia, il paese da cui abbiamo importato le “sentinelle in piedi”, le ha autorizzate nel 2013. Oggi nella cattolica Irlanda le “nozze gay” passano con una valanga di sì in un sentitissimo e partecipatissimo referendum popolare, promosso da una campagna capace si cambiare la narrazione sulle nuove famiglie, come mostra questo video.

In Italia, invece, il ddl sulle unioni civili (sulle unioni civili, non sul matrimonio tra persone dello stesso sesso), dopo essere stato approvato in Senato, è fermo alla Camera, annegato in un mare di oltre 4000 emendamenti.

Siamo sicuri/e che il problema sia la Chiesa cattolica? Continua a leggere

È tutta colpa di Eva?

jeanne-hebuterne.-adamo-ed-eva.-1919.-olio-su-cartone_0

di Cinzia Guido

“Molti ritengono che il cambiamento avvenuto in questi ultimi decenni sia stato messo in moto dall’emancipazione della donna. Ma nemmeno questo argomento è valido, è un’ingiuria non è vero! E’ una forma di maschilismo, che sempre vuole dominare la donna. Facciamo la brutta figura che ha fatto Adamo, quando Dio gli ha detto: “Ma perché hai mangiato il frutto dell’albero?”, e lui: “La donna me l’ha dato”. E la colpa è della donna.”

Poche parole, ben assestate, e qualche millennio viene messo in discussione.

Se infatti maschio e femmina li creò, entrambi volto e immagine di Dio, entrambi sono corresponsabili, nella libertà, di aderire o ritirarsi dal disegno della creazione.

Rimettendo la mela in mano ad Adamo, il Papa richiama l’uomo alle sue responsabilità.
Non più dunque la donna porta d’ingresso del male nella storia. Continua a leggere