Un “Fontana” di guai per le donne

UPPLRiiJ_400x400di Bianca Pomeranzi

È passata sotto silenzio la notizia che l’attuale Ministro per la Famiglia e la Disabilità, onorevole Lorenzo Fontana, sarà, per alcuni giorni, a capo della delegazione italiana alla 63° Commissione sullo Status delle Donne dell’ONU che si terrà a New York nelle prossime due settimane di Marzo. Lo stesso ministro che spesso ha affermato di considerare l’aborto la prima causa di femminicidio nel mondo e le politiche sulla famiglia della Russia di Putin un solido modello sociale da proporre a livello internazionale.

La scelta, effettuata proprio nei giorni in cui l’attenzione pubblica era rivolta al clamoroso caso del patrocinio della Presidenza del Consiglio Italiana al Congresso Mondiale delle Famiglie che si svolgerà a Verona a fine marzo, costringendo i 5S a prendere le distanza e fare rettifiche, è altamente problematica. Continua a leggere