Da Femministerie alla Biblioteca delle donne: Eccentriche diventa un Festival

di Sara De Simone

A partire dall’esperienza di Femministerie, la rubrica Eccentriche è approdata alla Biblioteca Italiana delle donne di Bologna, dove si è trasformata in un Festival: «Eccentriche. Dialoghi su artiste fuori dal comune».
Ne annuncia le date il video appena diffuso sui social e promosso dall’Associazione Sentieri Sterrati e dall’associazione Orlando/ Centro delle donne/ Biblioteca Italiana delle donne di Bologna.

 

Chi sono le Eccentriche? E che cos’è l’eccentricità? In questo video tante donne, tutte diverse fra loro, hanno provato a rispondere a queste domande. Ci hanno raccontato della loro eccentrica del cuore, e hanno riflettuto con noi sul tema. È stato bello raccogliere le loro storie, i loro punti di vista. In fondo Eccentriche è proprio questo: ascolto e condivisione di storie di donne e di artiste, dei loro percorsi coraggiosi, irregolari, anche contraddittori, a volte dolorosi.

In un momento in cui «empowerment» sembra essere diventata la parola d’ordine di molte narrazioni delle e sulle donne, rischiando a volte di appiattire storie ed esperienze in una retorica necessariamente “vincente” e di successo, ci è parso importante concentrarci sul racconto di esistenze differenti, fuori norma, spesso radicali.

Non bisogna avere paura di raccontare la solitudine e le difficoltà che molte artiste, nel tempo, hanno dovuto affrontare. Non ci avvilisce e non ci diminuisce ripercorrere le storie dei loro mancati riconoscimenti, delle loro scelte impopolari, delle enormi avversità con cui si sono dovute confrontare, e non sempre con un lieto fine. Ciò che ci illumina e ci nutre sono la passione, la determinazione, la verità, lo sforzo, la fedeltà ai propri ideali, l’indomabilità che queste donne hanno messo in campo, a prescindere dai risultati. Nondimeno, ciò che ci è vicino è la loro fragilità, perché anche la fragilità illumina.

Anche noi pensiamo che le artiste – e le donne, in generale – siano, e debbano ormai essere, se lo desiderano, nel centro del riconoscimento pubblico, dei processi decisionali, del potere culturale ed economico, del successo. Al contempo riteniamo che, nel viaggio verso questi “centri” o nella permanenza in essi, sia indispensabile portare con sé la posizione eccentrica e l’esperienza del margine che per secoli è stata la storia delle donne. Andare nel «centro» senza portare con sé la storia del «margine» – eredità e genealogia che ci viene da tutte coloro che ci hanno precedute – è un equivoco, una illusione e un impoverimento.

Il centro non vede se stesso. L’essere state fuori dal centro “da sempre” è la nostra storia collettiva di ingiustizia e di sopraffazione, ma è anche un baule pieno di possibilità, un corredo prezioso che ha accumulato per noi qualcuna che è esistita prima di noi e che, non di rado, ha pensato a noi, anche se non ci conosceva. Ci ha immaginate, formate nella mente. In quel baule c’è – fra le altre cose – la possibilità di esercitare uno sguardo altro, di vedere meglio tanto il centro, quanto la periferia e di poterli raccontare. Di ripensare e reinventare categorie, di sovvertire sistemi e far detonare gerarchie. Di contaminare gli spazi. Eccentriche è nato ed esiste per condividere queste storie, questi racconti, queste possibilità. Questa posizione scomoda eppure quanto fertile.

Per parlarne dal vivo ci vediamo alla Biblioteca Italiana delle donne, a Bologna, il 7 marzo, il 4 aprile e il 9 maggio. Prestissimo il programma completo del Festival, con la direzione artistica di Sara De Simone.
Grazie a chi ha reso possibile questo Festival: Centro delle donne di Bologna, Sentieri Sterrati Associazione di Promozione Sociale. Grazie a chi ne è alleato prezioso sul territorio: Ateliersi, Libreria delle Donne di Bologna, Casa Zucchini. Grazie a chi ha seguito il percorso di Eccentriche dalla nascita: Femministerie. E a chi è vicino in una alleanza di sentire e di intenti: Inquiete Festival di scrittrici a Roma, Tuba Bazar, ANGELO MAI

Segui eccentriche su FB: eccentriche, su Instagram: @eccentriche, o sul sito: www.eccentriche.it

facebook

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...